Consigli per creare un piano marketing anti-Covid1-19 per le attivita’ turistiche

PERCHE’ LE ATTIVITA’ TURISTICHE HANNO BISOGNO DI UN PIANO MARKETING ANTI COVID-19


Il Turismo è stato uno dei primi settori ad essere investito dall’emergenza Coronavirus, molto probabilmente sarà forse quello che subirà conseguenze peggiori sia nell’immediato che nel prossimo futuro.

Con l’emergenza Covid-19, nel mese di Marzo tutte le strutture turistiche si sono fermate, si tratta di una crisi acuta che non riguarda solo l’Italia ma il mondo intero.

 

Covid 19 non va ignorato, ma va affrontato e soprattutto va affrontato con un piano.

Ora è il momento per il turismo di lavorare insieme, creando nuove partnership e opportunità. 

 

E’ il momento di non rimanere  fermi davanti a questa crisi.

Ciò di cui i tuoi clienti hanno bisogno in questa fase delicata è la tranquillità.

Ciò di cui hanno bisogno le attività turistiche è invece un piano, una strategia che aiuti a mettere in sicurezza il presente per poter essere pronti ad affrontare il futuro in modo consapevole e organizzato.

COSA NON DEVI FARE 

  • non devi smettere di commercializzare 
  • non devi smettere di comunicare
  • non devi ignorare la preoccupazione dei tuoi clienti
  • non dimenticarti che viviamo in Italia, la meta turistica più desiderata nel Mondo.

 

COSA DEVI FARE

  • Valorizzare il Brand, migliorando il tuo Sito e creando una strategia social
  • Garantire la tranquillità dei clienti, rassicurandoli comunicando con loro
  • Pianificare dopo la crisi: definire una strategia di marketing per farsi trovare pronti quando finirà questa emergenza, tutte le persone desiderano pensare al futuro in modo positivo
  • Aggiornati, è il momento di aggiornarsi, di fare formazione, di studiare i nuovi strumenti digitali che ti potranno aiutare in futuro.

 

Questa check list con 10 consigli nasce per aiutare le strutture turistiche ad affrontare in modo analitico le difficoltà create da questa emergenza.

 

 

  1. Agisci rapidamente rassicura i tuoi clienti dialoga, parla con loro, invia comunicazioni, pubblica sui social, aggiorna il sito internet.
  2. Non annullare ma rimandare, invita i tuoi clienti a posticipare la loro prenotazione
  3. Non lottare contro una cancellazione perderesti il cliente  anche in futuro
  4. Cambia la tua politica di pagamento, rendi meno restrittive le politiche di cancellazione, attiva politiche di cancellazione gratuita
  5. Offri buoni regalo con incentivi significativi (upgrade camera, esperienze incluse, attività o tour incluse), da acquistare ora a prezzi bassissimi e sfruttare in futuro  fino alla fine del 2021
  6. Studia nuovi pacchetti con attività locali legate al tuo territorio, il mercato locale sarà il primo che ripartirà
  7. Crea la tariffa prenota senza pensieri con cancellazione gratuita senza acconti per il 2020
  8. Apri subito la stagione 2021 sul tuo sito e sui portali con offerte early bird prenota prima
  9. Parla con i tuoi concorrenti locali, create un “messaggio comune” legato al  territorio
  10. Pubblica sui social e promuovi contenuti utili e interessanti per il tuo target

 

Agendo rapidamente e mettendo in atto la giusta strategia, la tua attività  ha molte più possibilità di sopravvivere a questo momento difficile. 

 

Non sarà facile e ciò che consigliamo è sicuramente un duro lavoro oltretutto senza garanzie di successo, ma combattere è l’unica cosa che possiamo fare.

 

Siamo a disposizione per una video riunione gratuita tramite il nostro ufficio virtuale online. Fissando una call potremo capire insieme come affrontare questa crisi.

 

Come combattere la crisi con il Digitale

covid-19 turismo

Come combattere la crisi con il Digitale

Le nostre giornate in questo periodo, sono caratterizzate da bilanci emotivi contrastanti perché ancora non abbiamo capito fino in fondo cosa sta accadendo.

 

Lo sappiamo, conosciamo il suo nome, conosciamo quello che sta succedendo a noi e al mondo intero  ma ogni giorno che passa ogni mattina dobbiamo prenderne coscienza nuovamente, ogni giorno è uguale al precedente.

 

Tutto questo perché siamo stati traumatizzati da un’emergenza a cui il mondo era impreparato dovuta al Corona Virus.

 

Freud inventò il termine Trauma nel 1920 proprio 100 anni prima di questa pandemia globale che ha portato una rivoluzione nel nostro mondo, la Rivoluzione corona virus. Trauma significa avere uno shock causato da una cosa a cui siamo impreparati…

 

L’auto-isolamento per il coronavirus sta portando le persone a cercare di soddisfare tramite il web le necessità di approvvigionamento ma anche di altri prodotti di non prima necessità.

 

Questa situazione è come se avesse “accelerato” il Mondo è come se ci avesse portato in poche settimane in un futuro che avremmo immaginato arrivare tra 10/15 anni.

 

Proprio in questo contesto è sempre più evidente quanto le nuove tecnologie siano diventate protagoniste, dalle cose più semplici come fare la spesa online fino alla videoconferenze dei capi di stato.

marketing crisi coronavirus

La stampa.it- Marzo 2020

“Coronavirus ed e-commerce: boom delle vendite online

Un’indagine Nielsen sulle vendite online dei prodotto di largo consumo testimonia un aumento da fine febbraio di oltre l’80% rispetto allo scorso anno. Kooomo: “L’emergenza influenza consumi e professioni”

 

Il sole 24 ore Marzo 2020

“Oltre il coronavirus: l’esperimento smart working cambierà le nostre vite”

 

Linkiesta.it Marzo 2020

“Dalla crisi del coronavirus si esce in tre modi: digitale, digitale, digitale”

 

Agi.it Marzo 2020

“Italiani costretti a un’alfabetizzazione digitale forzata. Nulla sarà come prima”

 

In questo momento la digitalizzazione è diventata la base del nostro futuro

Avere una vetrina-online. un e-commerce, ma anche avere un sistema di Smart working con documenti condivisi in cloud, strumenti di produttività, di gestione del team, permetterà alle PMI di sopravvivere in questa fase di emergenza ma anche di programmare il futuro ripensando alla propria efficienza e organizzazione in un mondo che potrà essere molto diverso da quello che abbiamo sempre conosciuto.

 

Ma attenzione questo è il momento dell’analisi, dell’audit, della strategia, non il momento di buttarsi subito nel cercare di recuperare il tempo perduto nell’acquisto impulsivo di tecnologia perché si rischierebbe di fare scelte sbagliate sprecando budget che e risorse preziose che invece saranno necessarie quando avrete un piano digitale strutturato.

 

Cosa fare quindi in questo momento?

Abbiamo preparato una lista con 7 punti base da seguire per iniziare a capire come affrontare questa battaglia:

 

  1. Analizza la tua situazione cerca di creare una lista di criticità da affrontare. Cerca di capire proprio in questo momento di crisi quali sono le mancanze, le lacune della tua attività da un punto di vista della tecnologia. Prova ad esempio a spuntare quanti di questi strumenti hai o utilizzi normalmente all’interno della tua Azienda:
  • crm per gestire i clienti
  • cloud per gestire i contenuti aziendali
  • project management per coordinare il lavoro e la produttività interna
  • video conferenze per comunicare all’interno e con i clienti
  • vendita online per vendere ad altre aziende o a privati
  1. Metti sempre al centro i tuoi clienti pensa quali potrebbero essere i nuovi servizi prodotto cui avranno bisogno.

    Continua a comunicare con loro tramite i social network, sarebbe un gravissimo errore non continuare a farlo e peggio ancora smettere senza averlo comunicato in qualche modo.
  • nuovi servizi legati alle nuove tecnologie
  • servizi già esistenti ma rivisti e migliorati sulla base dei cambiamenti in atto
  1. Utilizza i social per rassicurare, continua a comunicare con loro tramite i social network, sarebbe un gravissimo errore non continuare a farlo e peggio ancora smettere senza averlo comunicato in qualche modo. Invia comunicazioni tramite:
  • mail
  • sms
  • chat 
  • blog/sito
  1. Pensa a te e ai tuoi collaboratori e a quale è il vostro livello di conoscenze digitali, potrebbe essere il momento di iniziare a fare formazione per migliorare le proprie competenze. Analizza il livello delle competenze digitali, cerca di capire quali potrebbero essere le necessità per aiutarli a svolgere in futuro il proprio lavoro. 

 

  1. Pensa al mercato locale sarà il primo mercato che ripartirà. La ripartenza non potrà essere immediata e soprattutto non potrà essere subito globale, ma almeno in un primo momento gi spostamenti saranno brevi e limitati pertanto sarà importante avere una strategia dedicata a un target locale.
  2. Evita di spendere budget e risorse in soluzioni improvvisate e/o emozionali.
    Non ha senso in questo momento farsi prendere dalla fretta e spendere soldi in nuovi e-commerce o in nuove tecnologie senza prima aver fatto un’analisi critica approfondita della situazione, i mercati potrebbero cambiare, anche i prodotti/servizi stessi potrebbero cambiare, quindi ora più importante analizzare, studiare, farsi aiutare da consulenti e professionisti del settore che possono accompagnare l’azienda verso il futuro, supportandola anche nella scelta dei nuovi partner tecnologici.
  3. Crea un business plan per il futuro con priorità e budget dedicati al digitale per essere più veloce a ripartire quando sarà il momento. Gestire la crisi ma soprattutto gestire il dopo crisi sarà una delle sfide più difficili e senza un piano sarà ancora più complicato riuscire in questa operazione:
  • Ipotizzare gli scenari da quello più ottimistico a quello più pessimistico
  • Analizzare quali potrebbero essere i futuri competitors
  • Pensare a quali potrebbero essere le nuove opportunità ma anche le nuove minacce
  • Fare un elenco delle criticità e cercare di metterle in ordine di priorità
  • Iniziare a individuare un budget da investire secondo quanto analizzato 

 

Fornire servizi innovativi sarà fondamentale per poter lavorare nei prossimi anni per questo il nostro obiettivo è aiutare le imprese a trovare le soluzioni più idonee a seconda delle esigenze e delle necessità tramite strategie digitali efficaci grazie a 15 anni di esperienza nel settore.  

 

Come affrontare la crisi

Oggi la nuova sfida per tutte le attività e le aziende è affrontare l’incertezza dovuta all’emergenza COVID-19, ai suoi impatti sull’economia che sono ancora difficili da valutare e possono cambiare rapidamente.

Nonostante tutte le difficoltà che contraddistinguono questo periodo di grande emergenza. Moltochic Marketing rimane operativa grazie allo smart working e all’utilizzo di servizi digitali e delle nuove tecnologie in cloud. Dopo una prima fase iniziale di smarrimento e comprensibile confusione, sembra ormai chiaro che questa crisi generata dalla diffusione della pandemia COVID-19 sta già cambiando e cambierà la vita di tutti noi, delle nostre abitudini  e anche delle nostre attività lavorative.

Per questo siamo operativi per creare un Piano “Marketing”  per affrontare e combattere questa crisi tramite le opportunità offerte dal Digitale.

Come agire?  Come comunicare?  Come relazionarsi con i clienti?

Come pianificare il dopo crisi ? Quali costi eliminare o ridurre? 

Quando e dove investire?

Sono solo alcune delle domande che tutti gli imprenditori e commercianti si stanno facendo in questi giorni, ma questo è il momento di iniziare a reagire affrontando il nemico, poichè ignorarlo o fermarsi significherebbe solo perdere senza gareggiare.

Fermarsi ad aspettare non ci aiuterà anzi sarà necessario agire rapidamente e creare un piano aziendale per il nuovo futuro che ci aspetta.

Il Digitale ha già e avrà un ruolo sicuramente sempre più importante per tutte le aziende grandi e piccole, ognuna di esse dovrà affrontare nuovi scenari di mercato che potrebbero essere molto diversi ma al tempo stesso offrire nuove opportunità di sviluppo.

Siamo a disposizione per una video riunione gratuita tramite il nostro ufficio virtuale online. Fissando una call potremo capire insieme come affrontare questa crisi.

Vuoi fissare una call con noi?  Scegli fra le date disponibili

marketing crisi coronavirus

DIGITAL BATTLEPLAN

Oggi la nuova sfida per tutte le attività e le aziende è affrontare l’incertezza dovuta all’emergenza COVID-19, ai suoi impatti sull’economia che sono ancora difficili da valutare e possono cambiare rapidamente.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti anche di terze parti che memorizzano cookie sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi e prodotti. Leggi di più Privacy Policy  – Cookie policy